Implantologo Napoli

  • Home
  • Articoli sull'Odontoiatria

L'Implantologia

Implantologo Napoli

L’implantologia è la branca dell’odontoiatria dedicate agli impianti dentali, dispositivi medico chirurgici in titanio, che, una volta inseriti nelle ossa mascellari e trascorso il periodo di cicatrizzazione, si integrano saldamente con l’osso. Nella fattispecie, l’implantologia ci permette di rimpiazzare uno o più denti mancanti, sia dal punto di vista funzionale (masticazione, stabilizzazione dell’occlusione) e sia dal punto di vista estetico. L’impianto dentale supporta un manufatto protesico (corona) che può essere avvitato o cementato all’impianto.

Il mondo dell’implantologia cominciò verso la metà degli anni ’50  quando il chirurgo ortopedico Branemarck durante i suoi studi sperimentali scoprì l’osteoingrazione , ovvero la capacità del titanio, materiale altamente biocompatibile, di diventare parte dell’osso che lo accoglieva.

Questa scoperta marcò l’inizio di una nuova era per l’odontoiatria, in quanto si cominciarono a studiare sistemi che potessero sfruttare questa caratteristica del titanio per restituire soluzioni protesiche fisse in pazienti parzialmente o totalmente edentuli.

Da allora ad oggi sono passati quasi settant’anni ed i protocolli iniziali si sono evoluti: dalle tecniche chirurgiche al macro/micro disegno degli impianti, dalle tempistiche di inserimento implantare post estrattivo a quelle di cicatrizzazione, così come ai protocolli di carico protesico immediato post-chirurgia.

Il punto di partenza per una corretta pianificazione del trattamento è sempre una buona diagnosi.

In implantologia si necessitano di dati clinici (tessuti molli, spazio protesico etc) e prove radiologiche 3D che consentano di misurare esattamente la quantità di osso disponibile tanto in altezza come in ampiezza. In caso di riabilitazione complesse a volte è necessario effettuare simulazioni protesiche previe all’intervento, ai fini di collocare gli impianti nella posizione ideale per la realizzazione della futura protesi (implantologia protesicamente guidata).

Oggigiorno disponiamo di tecnologie di radiodiagnostica a basso dosaggio che ci permettono di ottenere delle immagini 3D come la tomografia CONE-BEAM e  di altri strumenti innovativi che, attraverso specifici softwares, ci permettono l’approccio ai casi clinici in modo digitale (per esempio gli scanner intraorali) , dalla pianificazione all’esecuzione dei manufatti protesici. Presso la Clinica Manzo disponiamo delle ultime tecnologie e ce ne serviamo quotidianamente per effettuare diagnosi complete e dettagliate  e per studiare i piani di trattamento.

Attualmente l’implantologia deve essere considerata una disciplina consolidata: è scientificamente provato che gli impianti dentali hanno una percentuale di successo a lungo termine superiore al 95%.

Esistono dei fattori che tuttavia potrebbero compromettere il successo del trattamento implantare: alcune malattie (osteoporosi, immunopatologie, diabete etc), abitudini viziate come il tabagismo, qualità dei tessuti ossei e mucosi intorno all’impianto, e scarso controllo dell’igiene orale.

Escludendo casi particolari di condizioni di salute come quelle appena descritte in cui entrano in gioco molte variabili, possiamo affermare che per il successo del trattamento implanto-protesico è fondamentale il mantenimento di un adeguato livello di igiene orale.  Così come i denti naturali, gli impianti possono essere soggetti a infezioni acute o croniche causate dai batteri che costituiscono la placca dentale. Se l’infezione coinvolge i tessuti mucosi intorno all’impianto si parla di mucosite periimplantare ed è curabile con una pulizia professionale e un adeguato mantenimento da parte del paziente. Se la mucosite non viene trattata è molto probabile che l’infezione si estenda all’osso sottostante (periimplantite), in tal caso si produce una reazione infiammatoria che provoca il progressivo riassorbimento dell’osso intorno all’impianto potendo, in casi severi, provocarne la perdita .

Una delle chiavi della durata a lungo termine degli impianti e di questo tipo di trattamenti è dunque  un adeguato controllo della placca. Inoltre è vivamente consigliabile  un’igiene professionale e visite di controllo almeno una volta ogni 6 mesi e ogni 3-4 mesi per i pazienti trattati per parodontite (soggetti a parodonto ridotto).

Infatti i soggetti che soffrono di parodontite possono essere tranquillamente trattati con implantologia purchè siano stati curati dal punto di vista parodontale e non presentino più infezione e presentino quindi un quadro stabile e con assenza o ridotti fattori di rischio. Anzi sono proprio questi pazienti che più si avvantaggiano spesso dell’implantologia

Grazie all’implantologia e alle moderne tecniche implantari e protesiche che presso la Clinica Manzo pratichiamo, è possibile restituire ai pazienti che hanno perso totalmente o parzialmente i denti, delle soluzioni fisse,  che non solo ripristinano l’estetica, ma contribuiscono soprattutto alla funzione masticatoria e alla fonetica, migliorando dunque enormemente la qualità di vita dei pazienti.

Grazie agli enormi passi avanti, i moderni protocolli chirurgici di implantologia dentale permettono di ridurre al minimo il trauma chirurgico, rendendo la procedura breve e poco invasiva.


Manzo Clinica Odontoiatrica

Iscrizione Albo degli Odontoiatri della provincia di Napoli N° 2018
Partita Iva 06245740961

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

Orari d'apertura
Lunedì 9:00 - 20:00
Martedì 9:00 - 20:00
Mercoledì 9:00 - 20:00
Giovedì 9:00 - 20:00
Venerdì 9:00 - 20:00
Sabato Su richiesta
Domenica Chiuso
Seguici su Facebook
© 2018. «powered by Dentisti Italia». Tutti i diritti riservati.